Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Vai alla sezione Orientamento del sito della Regione
Vai alla Home Page HOME RISORSEimmagine non significativaMATERIALIimmagine non significativaAPPROFONDIMENTIimmagine non significativaINIZIATIVEimmagine non significativaCREDITSimmagine non significativa
link alla communityAREA RISERVATA
immagine non significativa   Iniziative   Progetti contro la dispersione scolastica (2005-2008)
     

Progetti contro la dispersione scolastica (2005-2008)

Il filone di lavoro finalizzato a contrastare la dispersione scolastica trova origine nelle azioni previste per  il settore dell'Istruzione dal Piano strategico triennale 2005-2008 dell'Amministrazione regionale.

 

Il Progetto ha la finalità di prolungare la durata della frequenza scolastica e ridurre il tasso di dispersione scolastica, in particolare nella scuola secondaria di secondo grado.

 

A tal fine, il Servizio istruzione e orientamento della Direzione centrale Istruzione, Cultura, Sport e Pace ha previsto, in continuità con le azioni già sperimentate dal progetto 'Star bene studiando bene' realizzato negli scorsi anni, vari interventi collocati su due linee di lavoro parallele e complementari: una finalizzata a potenziare l'iniziativa progettuale delle scuole dell'autonomia, l'altra a sostenere le iniziative delle scuole con azioni di assitenza tecnica fornite dai Centri regionali di orientamento.

 

Pertanto, la struttura del progetto nel suo insieme prevede:

 

  • interventi di natura contributiva ai progetti d'istituto, finalizzati a stimolare l'innovazione nei contesti didattici e l'organizzazione di servizi per gli studenti e le famiglie, puntando sulla responsabilizzazione delle istituzioni scolastiche nella loro autonomia. Tali azioni rientrano nel Piano di sviluppo dell'offerta formativa delle istituzioni scolastiche statali e paritarie per l'anno scolastico 2005/2006, approvato dalla Giunta regionale e realizzato tramite appositi bandi. Quello sulla 'dispersione scolastica', riguarda prioritariamente: l'innovazione nella  relazione  didattico/educativa, i laboratori  con  studenti, le azioni  con  i genitori, l'attivazione di sportelli di ascolto, le azioni di consulenza e counselling. Cliccando sul link attivo, è possibile consultare la tabella con la Ripartizione definitiva dei contributi alle scuole .

 

  • azioni di assistenza tecnica e/o servizi diretti forniti alle scuole dai Centri di orientamento, anche tramite l'organizzazione di gruppi di lavoro pluriprofessionali, formati da psicologi dei Centri di orientamento e insegnanti delle scuole interessate. Per l'anno scolastico in corso sono state costituite 7 équipes territoriali che hanno l'obiettivo di consolidare i risultati raggiunti nelle sperimentazioni precedenti e creare le condizioni per una diffusione delle 'buone pratiche' sia all'interno delle scuole stesse che ad altre realtà educative del territorio.