Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Vai alla sezione Orientamento del sito della Regione
Vai alla Home Page HOME RISORSEimmagine non significativaMATERIALIimmagine non significativaAPPROFONDIMENTIimmagine non significativaINIZIATIVEimmagine non significativaCREDITSimmagine non significativa
link alla communityAREA RISERVATA
immagine non significativa   Iniziative   Sportello temporaneo itinerante (2003-2006)
     

Sportello temporaneo itinerante


 

Che cos'è
Lo Sportello temporaneo itinerante è un'iniziativa, ora non più attiva, realizzata del Servizio regionale istruzione e orientamento con il supporto del progetto Ri.T.M.O.

L'iniziativa rientrava nelle attività di animazione e promozione territoriale dei servizi informativi offerti dai Centri  regionali di orientamento.
 

Finalità
Con questa modalità di intervento, gli Sportelli temporanei itineranti hanno avutol'opportunità di effettuare una più ampia e capillare diffusione dei servizi e dei prodotti realizzati nell'ambito del progetto Ri.T.M.O., favorendo l'accesso alle informazioni soprattutto in luoghi in cui non esistevano servizi mirati di orientamento.


A chi si rivolge

Gli Sportelli temporanei itineranti si rivolgevano a tutti i cittadini interessati a ricevere informazioni e supporto concreto per operare una scelta consapevole relativamente alla propria istruzione, formazione o ricerca di un impiego.

 

Per aderire all'iniziativa

Le Scuole, gli Enti pubblici, le Associazioni e i Servizi che desideravano partecipare all'iniziativa potevano segnalare il proprio interesse al Centro regionale di orientamento più vicino, il quale avrebbe provveduto a ricontattarli per concordare con loro modalità, data e luogo di strutturazione dell'appuntamento.

 

Sedi e modalità di attuazione

Gli Sportelli temporanei itineranti venivano attivati presso strutture pubbliche del territorio di competenza del Centro di orientamento quali: Comuni, Biblioteche, Associazioni di categoria, Università, Informagiovani, Scuole e Centri per l'impiego.
 

Gli incontri venivano gestiti dagli stessi operatori presenti presso gli Sportelli di accoglienza e informazione dei Centri regionali di orientamento, con le medesime modalità di erogazione del servizio già esistenti presso i Centri di orientamento. In uno spazio e in un orario definito, era possibile rivolgersi all'operatore per chiedere informazioni sui seguenti settori:

-     orientamento;

-     istruzione;

-     lavoro e professioni;

-     formazione in Italia e all'estero.